Il tuo nuovo impianto antifurto può valere il doppio di quanto lo paghi!

postato in: Blog | 0

Se sei tra chi ha un impianto antifurto ormai datato oppure tra chi deve ancora installare un nuovo impianto antifurto puoi usufruire delle agevolazioni fiscali del 50% che sono state prorogate fino al 31 dicembre 2016.

La Legge di Stabilità ha prorogato il bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie (comprese le spese sostenute per la protezione e la sicurezza, quindi quelle relative all’installazione di un impianto d’allarme antintrusione e di videosorveglianza). Le spese sostenute fino al 31 dicembre 2016 sono detraibili nella misura del 50%.

Il bonus opera sotto forma di detrazione dell’IRPEF delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione delle abitazioni e delle parti comuni negli edifici residenziali. La detrazione è ripartita in dieci quote annuali costanti e di pari importo.

In base alle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate con le detrazioni fiscali 2016 sono agevolabili le spese:

Vuoi sapere se puoi beneficiare della detrazione?

  • Ne hanno diritto i contribuenti assoggettati all’IRPEF; in particolare, l’agevolazione spetta ai proprietari, ai titolari di un diritto reale di godimento e agli inquilini di un immobile

Per quali interventi?

  • installazione di sistema di allarme/antintrusione e sistema di videocontrollo su  singole unità abitative
  • riparazione di sistemi di allarme, senza innovazioni dell’impianto o riparazione con sostituzione di alcuni elementi, sulle parti condominiali

 Come puoi ottenere le Detrazioni per il tuo antifurto?

  • Effettuare i pagamenti con bonifico bancario o postale nella modalità “parlante” indicando causale del versamento, codice fiscale del soggetto che paga, codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.
  • Indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile
  • Conservare ed esibire tutti i documenti relativi ai lavori.

 

 

Lascia un commento


Ti piace quello che stai leggendo?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere aggiornamenti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

 Procedendo accetti il documento sulla Privacy presente alla pagina Normativa sulla privacy